SERVIZIO PER LA PROMOZIONE DEL SOSTEGNO ECONOMICO ALLA CHIESA CATTOLICA
della Conferenza Episcopale Italiana

Gli “Amici” di don Gilberto

Don Gilberto Garrone, parroco a Bra, un comune di circa 30mila abitanti della provincia di Cuneo, decide di dedicare i tanti locali della propria parrocchia S. Giovanni Battista all’ospitalità di persone che non hanno luogo dove vivere, a causa di una improvvisa povertà o per motivi legati alla migrazione da terre lontane. Egli si rende […]
26 giugno 2019

Don Gilberto Garrone, parroco a Bra, un comune di circa 30mila abitanti della provincia di Cuneo, decide di dedicare i tanti locali della propria parrocchia S. Giovanni Battista all’ospitalità di persone che non hanno luogo dove vivere, a causa di una improvvisa povertà o per motivi legati alla migrazione da terre lontane.

Egli si rende conto che non ci si può più accontentare di dare un pezzo di pane o un vestito a coloro che suonano alla porta o alle porte di una canonica. Si può fare di più. "Possiamo incontrarci, conoscerci e diventare amici".

I poveri non sono più un oggetto delle nostre buone prassi parrocchiali, ma diventano soggetti. Non basta più "parlare" di essi nelle nostre comunità. I poveri "devono esserci" nelle nostre comunità.

A rendere ancora più viva la condivisione tra le persone c’è il lavoro in un orto sociale nella proprietà della parrocchia. Alla fine della giornata c’è un pranzo insieme nella mensa della caritas cittadina. Tutti i giorni.

Amici, significa che “non c’è l’idea del servizio qui. C’è l’idea della vita. Noi siamo qui perché viviamo”. 

www.insiemeaisacerdoti.it e pagina FB.