SERVIZIO PER LA PROMOZIONE DEL SOSTEGNO ECONOMICO ALLA CHIESA CATTOLICA
della Conferenza Episcopale Italiana

“Speciale Fatima” nell’anno del centenario delle apparizioni

Realizzato in 8 pagine solo in versione pdf “Speciale Fatima” è un supplemento del periodico Sovvenire con al centro la storia delle apparizioni ed il profilo straordinario dei veggenti, così come emerge dai ricordi di suor Lucia, che su richiesta delle gerarchie ecclesiastiche scrisse a lungo degli eventi del 1917 e dei cugini. “Cresciuti alla […]
19 marzo 2018

Realizzato in 8 pagine solo in versione pdf “Speciale Fatima” è un supplemento del periodico Sovvenire con al centro la storia delle apparizioni ed il profilo straordinario dei veggenti, così come emerge dai ricordi di suor Lucia, che su richiesta delle gerarchie ecclesiastiche scrisse a lungo degli eventi del 1917 e dei cugini.

“Cresciuti alla scuola di Maria, furono messi in grado di esercitare eroicamente le virtù cristiane, in modo inaspettato per la loro età” annotava la terza veggente, vissuta quasi un secolo e referente anche di altre importanti rivelazioni private mariane nel corso della vita, come quella del 1925, dedicata alla devozione dei Cinque Sabati e alle preghiere per la conversione della Russia.

Nello speciale le parole dei pontefici su Fatima, e in particolare la consacrazione di tutti i sacerdoti al Cuore Immacolato di Maria, voluta nel 2010 da Benedetto XVI in pellegrinaggio apostolico al santuario portoghese, “perché il mondo ha bisogno della testimonianza di sacerdoti fedeli, consapevoli della grazia inaudita del sacerdozio, da vivere con coraggio e fiducia”. Lo stesso Papa Francesco ha fatto lo stesso con il proprio pontificato, a 72 ore dalla sua elezione.

È sembrato importante, attraverso questo inserto, evidenziare il valore della comunione tra fedeli e sacerdoti nell'ottica del messaggio mariano di unità nella Chiesa, specie al termine dell’anno del Centenario, ricordando come il 2017 sia stato occasione per molti preti diocesani, affidati alle Offerte destinate all'Istituto Centrale Sostentamento Clero, di rinnovare le proprie promesse sacerdotali alla Cova da Iria, proprio mentre accompagnavano i pellegrini.