SERVIZIO PER LA PROMOZIONE DEL SOSTEGNO ECONOMICO ALLA CHIESA CATTOLICA
della Conferenza Episcopale Italiana

8xmille per le emergenze umanitarie: per non dimenticare Amatrice

Ad Amatrice, simbolo del vasto cratere colpito dal sisma 2016 in Centro Italia (299 morti), la Caritas si è fatta motore e sintesi di una solidarietà senza confini (oltre 26 milioni di euro raccolti), con gemellaggi oltre l’emergenza. L’8xmille ha assicurato un milione di euro. Aprire uffici Caritas distaccati ad Amatrice è servito a intervenire […]
11 febbraio 2019

Ad Amatrice, simbolo del vasto cratere colpito dal sisma 2016 in Centro Italia (299 morti), la Caritas si è fatta motore e sintesi di una solidarietà senza confini (oltre 26 milioni di euro raccolti), con gemellaggi oltre l’emergenza. L’8xmille ha assicurato un milione di euro. Aprire uffici Caritas distaccati ad Amatrice è servito a intervenire su necessità verificate, anche nelle piccole frazioni.


Dalla prima accoglienza per coppie con figli e anziani ai Centri di Comunità polivalenti in tutte le diocesi (Rieti e 6 nelle Marche), con spazi multiuso, mensa e posti letto per gli sfollati in attesa d’assegnazione delle casette, area giochi per i bambini.

Poi bandi diocesani per far ripartire l’economia (con contributi fino a 50 mila euro), moduli abitativi, generatori. “Dalla tv non ci si può rendere conto di quanto la situazione sia difficile - spiega un operatore Caritas - ma quando ci si muove tra le macerie la differenza è netta, perché le persone ti raccontano quello che hanno perso”.

“C’è una singolare dignità in chi vive una condizione così essenziale - ha detto il Vescovo di Rieti Mons. Domenico Pompili- e una grande capacità di prendere l’iniziativa dal poco che c’è. Si dice: Io ci sono, dunque si può ripartire”.